Home Archivio Archivio Notizie
Archivio Notizie - Pensionati Uniti F.I.P.U.

"Pensioni d'oro": il Governo intende rimborsare i pensionati e contestualmente reintrodurre i tagli già ritenuti incostituzionali. Come dire: mi riprendo con la destra ciò che restituisco con la sinistra

Sulle "pensioni d'oro" il Governo intende rimborsare i pensionati e contestualmente reintrodurre i tagli già ritenuti incostituzionali. Come dire: mi riprendo con la destra ciò che restituisco con la sinistra. Presidente Letta, mi raccomando, eviti questa brutta figura!
Giorgia Meloni definisce “ignominiosa” la sentenza con la quale la Corte costituzionale ha cancellato il prelievo sugli assegni annuali superiori a 90mila euro: è vilipendio? La Consulta ha stabilito che non sono consentiti “trattamenti in pejus (cioè in senso peggiorativo, ndr) di determinate categorie di redditi da lavoro", come, appunto, i titolari di pensioni superiori ai 90 mila euro lordi l’anno se contestualmente non vengono colpiti tutti gli altri cittadini con lo stesso reddito.
In conclusione, finiamola col definire “d’oro” pensioni costruite con un lungo lavoro e con versamenti previdenziali cospicui per i quali non c’è nulla da vergognarsi. Ma cominciamo, invece, a definire “d’oro” quelle pensioni anche se di basso importo costruite grazie a leggi e leggine di assoluto favore o addirittura prive di versamenti. E poi il regalo di 7 anni di scivolo agli ex combattenti pubblici favoriti rispetto agli ex combattenti dipendenti del comparto privato, eccetera…..


analisi di Pierluigi Franz
Leggi tutto...
 

IL PROF. FERNANDO GIANCOTTI CI INVIA UN INTERESSANTE STUDIO CHE PORTIAMO A CONOSCENZA DEI NOSTRI LETTORI

Cade il dogma genetico della predominanza del DNA

Di recente un’attrice di fama internazionale si è sottoposta all’ asportazione del seno per la paura di aver ereditato il rischio di sviluppare il cancro della mammella, dato che la mamma e altre familiari prossime lo avevano già avuto fino a morirne.

Leggi tutto...
 

LE VERE RAGIONI DEL DEGRADO ITALIANO

LA MACELLERIA DEI DIRITTI

* di Filippo de Jorio

Vanno indagate a fondo le vere ragioni per le quali uno dei Paesi più progrediti del mondo, il nostro, che alla fine degli anni '80 era diventata la quarta potenza economica della terra, sopravanzando anche il Regno Unito, sia, dopo circa 25 anni, ridotto così come è ridotto. In miseria, senza più quasi nulla di ciò che aveva conquistato con il suo lavoro, con prospettive che, nella migliore delle ipotesi, devono definirsi incerte e nella peggiore inesistenti, o negative.

Leggi tutto...
 

FORTI CON I DEBOLI, DEBOLI CON I FORTI!

BRIGANTAGGIO PUBBLICO

*di Filippo de Jorio

**********

Stiamo vivendo un momento di enorme confusione giuridica nella quale l'intero "pianeta giustizia" è vittima di spinte contrastanti nelle quali, però, chi ha la peggio è sempre il cittadino comune, che non ha protezioni, che non appartiene ad una corporazione potente. Insomma per chi non ha Santi in Paradiso o meriti "speciali" da fare valere, la vita è sempre più dura ed avere ragione è sempre più difficile. Anche perchè il diritto che una volta era considerato come un idolo: "la legge è uguale per tutti e tutti sono soggetti alla legge" è sempre più condizionato dall'"interpretazione" che spesso applica l'esatto contrario della norma giuridica. Chi non ricorda il vecchio e cinico motto: "La legge per gli amici si interpreta. Per i nemici si applica"?

Leggi tutto...
 

IL "TEMPO" HA RICORDATO LA LUNGA BATTAGLIA DEI PENSIONATI UNITI E DELLA CONSULTA DEI PENSIONATI DAVANTI ALLA CORTE DEI CONTI PER FARE CHIAREZZA SUL "SISTEMA BIGLIETTI" dell'ATAC E SUL COMUNE DI ROMA.

Scarica l'articolo

 

PEREQUAZIONE DELLE PENSIONI

"Il dott. Pierluigi Franz, presidente del gruppo romano giornalisti pensionati aderenti alla Consulta dei Pensionati ci invia preziose notizie in merito all'invio in Corte Costituzionale della questione relativa al blocco delle pensioni superiori a 3 volte il minimo INPS adottato a suo tempo dal governo Monti.

I nostri lettori prendano atto di questa nuova situazione. Noi attendiamo con fiducia il giudizio dei Giudici Costituzionali.

Leggi tutto...
 

I PENSIONATI TRASCINANO IL CAV. IN TRIBUNALE

Scarica l'articolo.

 

MORIRE PER LA LANA UN DELITTO A LONDRA NEL MEDIOEVO

Il nostro caro amico Prof. Amedeo FENIELLO è stato intervistato dal "Corriere della Sera" che gli ha dedicato un interessante articolo che pubblichiamo all'attenzione dei nostri lettori:

Scarica l'articolo

 

IL CASO B. Una "ANOMALIA" tutta italiana

*di Filippo de Jorio

 

Restiamo attoniti di fronte all'ultimo guizzo di Berlusconi che dimostra chiaramente che il suo ego macroscopico è solo preoccupato e non si interessa d'altro che delle sue sorti personali e dopo 20 anni di disastri non ha nessuna voglia di smettere di mistificare ed ingannare i suoi compatrioti. Nè li rispetta poichè tutte le sue esternazioni, interviste, dichiarazioni sono da lui stesso smentite e contraddette il giorno dopo e spesso nella stessa giornata.

Leggi tutto...
 

SENTENZA PREZIOSI

LA SENTENZA N. 3382/2013 DELLA CORTE D'APPELLO DI ROMA - SEZIONE LAVORO (Pres. Giovanni Cannella, Cons. Maria Rosaria Marasco, Cons. Rel. Linda D'Ancona,) HA MESSO ORDINE IN UNA VICENDA QUELLA DELLA I.I.S. (SULLE PENSIONI INPS INSIEME A QUELLE INPDAP) OVE NON ERANO MANCATE INTERPRETAZIONI DI COMODO CONTRO IL DIRITTO!

Si tratta di una sentenza di grande importanza logica e giuridica.

Dopo avere proceduto ad una veridica valutazione ed interpretazione della sentenza delle SS.UU. 25616/08 il Collegio della Sezione Lavoro (II^) della Corte d'Appello di Roma, sulla base dei testi legislativi tuttora in vigore e dalla giurisprudenza finora maturata, giunge alla conclusione che la I.I.S. attribuita su due trattamenti di pensione è sempre legittima e deve essere erogata in questi termini: interamente per la I^ pensione, in misura identica al trattamento limiti del trattamento minimo INPS (Euro 495,00) per la seconda.

Perciò tutti i titolari di doppia pensione INPDAP-INPS devono percepire quanto segue:

I^ pensione INPDAP: pensione + I.I.S. intera

II^ pensione INPS: pensione + I.I.S., in misura eguale al trattamento minimo, cioè l'ammontare della pensione aumentata di €. 495 che è appunto il trattamento minimo INPS.

Scarica la sentenza

 


Pagina 7 di 21
| Home Page | Blog | Chi Siamo | Archivio | Iniziative | Risultati | E-MAIL | Televisive | Radiofoniche | Archivio Notizie |

Copyright © 2009 Pensionati Uniti F.I.P.U.
C.F.: DJRFPP33L09F839A
P.I.: 03594730586
All Rights Reserved.

Link Web


Area riservata